Ultima modifica: 4 giugno 2018
ICS Costa Masnaga > news > I bambini delle classi terze della scuola primaria di Costa incontrano l’astronomo.

I bambini delle classi terze della scuola primaria di Costa incontrano l’astronomo.

I bambini di classe terza incontrano il sig. Bianco, astronomo

L’ANNO LUCE

Alle ore 9:00 del giorno 20 aprile 2018, alla scuola Aldo Moro di Costa Masnaga è arrivato a spiegarci l’anno luce il signor Andrea Bianco, un astronomo.
Il signor Andrea è stato chiamato dalla maestra Piera visto che i bambini di terza stanno studiando le misure.
La maestra Piera è entrata in classe e ha chiesto: “Chi conosce questo signore?”. Molti di noi lo conoscevano .
Era il signor Andrea Bianco che lavora all’ Osservatorio Astronomico di Merate; molti di noi lo conoscevano già perché era venuto alla Scuola dell’ Infanzia di Camisasca, quella volta per spiegarci gli occhiali 3D e il sistema solare.
Il signor Andrea ha iniziato col presentarci il significato di velocità e della distanza: la velocità è la rapidità col quale un corpo percorre una distanza in un determinato tempo invece la distanza è lo spazio tra un punto di partenza e un punto di arrivo.
Il signor Bianco per spiegarci l’anno luce ha iniziato con degli esempi più facili da comprendere, gli anni animali.
Gli animali che ci ha presentato attraverso un Power Point sono stati: la lumaca,la formica,lo scoiattolo e il ghepardo.
Per ciascun animale ci ha mostrato, con l’aiuto di suo figlio Matteo,quanta distanza riescono a percorrere in un’ora; è stato così possibile calcolare con facilità la distanza percorsa in un giorno, in una settimana e in un anno.
E’ partito dalle misure più semplici fino a quelle sempre più complesse.
Quella dell’anno luce è stata la spiegazione più difficile da capire, c’erano numeri a 10 cifre, i bilioni.
Noi non sapevamo che esistessero numeri così grandi.
I suoi esempi però li abbiamo capiti facilmente perchè con la maestra Piera stiamo studiando le misure.
Il signor Bianco, oltre ad avere calcolato cifre che superano i miliardi, ci ha continuamente ricordato che il nostro pianeta è pieno di meraviglie, anche se è un microscopico pallino perso nell’ infinito spazio.
Il signor Andrea ogni volta che faceva un esempio di velocità ci ricordava sempre che lui sarebbe andato più lento tutte le volte per osservare le bellezze della terra.
Alla fine abbiamo fatto delle semplici domande eravamo infatti molto curiosi di sapere di che colore fosse il sole, cosa riuscisse a vedere col suo telescopio da casa, cosa ci fosse al centro della Via Lattea e se potesse vedere altre forme di vita su altri pianeti.
Il signor Bianco ci ha risposto molto bene ed è stato tanto paziente con noi; per ringraziarlo gli abbiamo fatto un caloroso applauso.
Poi ci siamo messi in gruppo e abbiamo fatto una foto ricordo.
Questa esperienza ci ha affascinato tantissimo perchè ci siamo resi conto delle enormi distanze che ci sono nello spazio e nello stesso tempo abbiamo capito che in confronto a tutto l’universo siamo un piccolo puntino blu.

Curiosità:
Se osservate bene la foto della terza B vedrete che è presente anche Sveva una bambina di terza A. Infatti Sveva era andata a fare una visita quando c’era il signor Bianco nella sua classe quindi, quando è rientrata a scuola, è venuta con noi a seguire la lezione.




Link vai su